AlimentazioneBenessereRimedi

Curcuma: come assumerla

Tutti noi guardiamo la curcuma come una semplice spezia. Eppure, le sue proprietà benefiche sono talmente varie ed efficaci da poterla considerare a tutti gli effetti un rimedio naturale. In questo articolo scopriremo quali sono le sue caratteristiche benefiche, la sua provenienza e in che modalità assumerla!

Che cos’è la curcuma

La curcuma (curcuma longa) è una spezia che da qualche tempo ormai è entrata a far parte della nostra alimentazione. Originaria dell’Asia, appartiene alla famiglie delle Zingiberaceae ed è molto utilizzata nella medicina tradizionale cinese e indiana. La parte della curcuma più utilizzata in cucina è il rizoma, simile a quello dello zenzero. Il suo colore è di un arancione intenso e in genere si acquista sotto forma di polvere. Le sue proprietà sono numerose e vale la pena di conoscerle a fondo, in modo da poterne usufruire e trarne beneficio per la nostra salute. Inoltre, grazie a questa spezia, è anche possibile dare colore ai nostri piatti preferiti.

Quali sono le proprietà della curcuma

La curcuma, oltre ad avere un particolare colore, è una spezia dalle numerose virtù. I suoi benefici infatti sono stati apprezzati e comprovati anche dalla medicina allopatica.

Il primo utilizzo della curcuma ha dimostrato efficacia soprattutto per il suo grande potere antinfiammatorio. È accertato che riesce a ridurre in modo marcato il livello di infiammazione presente all’interno dell’organismo umano. Le proprietà curative della curcuma sono concentrate nel suo principio attivo, ovvero la curcumina, definita un antitumorale naturale. Purtroppo il nesso tra stato infiammatorio e maggiore predisposizione a sviluppare patologie di tipo degenerativo è accertato.

Questa spezia poi è un potente antiossidante capace di agire in maniera consistente sulla produzione dei radicali liberi. Oltre alle qualità indicate, va detto che la curcuma è un principio attivo coleretico: stimola la produzione di bile da parte del fegato. Ed ha pure una funzione colagoga, che consiste nello svuotamento della colecisti. Infine, le sono attribuite doti analgesiche, utili a combattere artrite e i dolori muscolari.

Vitamaze® Curcuma e Piperina plus Vitamina C ad Alto Dosaggio, L’Estratto 95% da Curcumina Pura, 120 Capsule Vegan per 40 Giorni, Qualità Tedesca, Integratore Alimentare senza Additivi non Necessari

In che modo assumere la curcuma

Prima di procedere con questo paragrafo è importate sottolineare che per ricevere benefici dalla curcuma, bisogna assumerla in maniera corretta. Questa magnifica spezia la si può praticamente mettere ovunque, si abbina con facilità a pietanze diverse senza alterarne i sapori. Particolarmente indicata per condire le verdure mentre si cuociono, ma anche la carne e il pesce. È ritenuta poi un ottimo sostituto dello zafferano, costa meno, colora in modo simile e ha prezzi molto più bassi. C’è anche chi la consuma in aggiunta allo yogurt, nelle tisane, o nel latte, preparando il celebre latte d’oro. Per chi non lo sapesse, la curcuma in abbinamento al pepe nero è un grasso buono, non diverso dall’olio extravergine d’oliva.

Come si prepara il latte d’oro

Il latte d’oro è un rimedio prodigioso usato nella medicina ayurvedica. Molto efficace per stimolare il sistema immunitario e diminuire gli stati infiammatori dell’organismo. Preparare il latto d’oro o golden milk è molto semplice.

Per prima cosa occorre miscelare acqua bollente, poco pepe nero, abbondante curcuma, fino a formare una sorta di pasta. Dopodiché il preparato andrà conservato in frigorifero, chiuso in un apposito barattolo. All’occorrenza la pasta andrà unita al latte bollente, aggiungendo  al composto una fetta di zenzero, un pizzico di cannella e un cucchiaio di miele.

Valori nutrizionali della curcuma

All’interno di 100 g di curcuma in polvere troviamo una quantità di circa 312 calorie oltre a:

  • 67,14 g di carboidrati,
  • 3,21 g di zuccheri,
  • 22,7 g di fibre,
  • 4,43 mg di vitamina E,
  • 1,350 mg di niacina,
  • 0,7 mg di vitamina C,
  • 0,150 mg di riboflavina,
  • 0,107 mg di vitamina B6,
  • 0,058 mg di tiamina,
  • 20 Qg di folati,
  • 12,85 g di acqua,
  • 9,68 g di proteine,
  • 3,25 g di lipidi, tra cui: 1,838 g di grassi saturi, 0,449 g di grassi monoinsaturi, 0,756 g di grassi polinsaturi e 0,056 g di grassi trans,
  • 13,4 Qg di vitamina K,
  • 2.080 mg di potassio,
  • 299 mg di fosforo,
  • 208 mg di magnesio,
  • 168 mg di calcio,
  • 55 mg di ferro,
  • 27 mg di sodio,
  • 4,5 mg di zinco.

Approfondimenti sulla curcuma:

https://it.wikipedia.org/wiki/Curcuma

Articoli correlati

Close