News

Hai bisogno di più fibre? Ecco i segnali!

Il corpo ha bisogno di una serie di nutrienti per mantenersi in forza e in salute. Tra questi vi sono le fibre, importantissime per il transito intestinale e per prevenire l’ossidazione cellulare. Grazie alle fibre si previene il sovrappeso e sembra addirittura che, se assumiamo le cinque porzioni giornaliere come consigliano i medici, si riesce a mantenere un umore allegro e lontano dalla depressione e gli stati di ansia e di stress.

Il fatto però che si mangi abbastanza verdure, è solo una questione di punti di vista. Può essere che il corpo in verità ha bisogno di una maggior fonte. Consideriamo infatti che secondo l’OMS una persona adulta deve consumare giornalmente 25 grammi di fibre al giorno e ammettiamolo, sono poche le persone che lo fanno davvero. E non è solo un’ipotesi pessimistica, secondo lo studio pubblicato su Washington Post e portato avanti dall‘American Society for Nutrition solo il 7% delle persone riesce a mangiare la giusta quantità di fibre di cui ha bisogno. Tutti gli altri restano ben sotto i famosi 25 grammi.

Questo dipende anche dalle cattive abitudini, come il fatto di mangiare poca frutta e verdura e una quantità superiore di cereali raffinati e tutti i prodotti derivati.

I segnali che il corpo ha bisogno di più fibre

  1. Attività intestinale scarsa: quando il corpo non assume la giusta quantità di fibra ecco che c’è difficoltà nell’andare in bagno e rallenta tutta l’attività intestinale. Le fibre invece aiutano proprio a rendere le feci più morbide e questo promuove l’evacuazione regolare.
  2. Sempre con la fame: il fatto di aver sempre fame è senza dubbio un sintomo di nervosismo. Per aiutare il corpo a contrastare questa sensazione è bene aumentare le quantità di fibre così da aumentare il senso di sazietà e rallentare l’assorbimento di zuccheri. In questo modo la produzione di insulina viene tenuta sotto controllo e stimola la fame.
  3. Stanchezza cronica: la stanchezza cronica rappresenta un altro problema collegato alla poca assunzione di fibre. Può portare cali di energie e poca vitalità. Le fibre danno energia perché mantengono costanti i livelli di glucosio all’interno del sangue.
  4. Colesterolo alto: quando si consumano poche fibre aumentano i valori del colesterolo e di conseguenza il rischio di malattie cardiache. Le fibre impediscono al corpo di assorbire grassi velocemente e in grandi quantità e ciò permette di prevenire questi problemi.
  5. Depressione e mal umore: le fibre aiutano a mantenere alti i livelli di serotonina, di conseguenza ecco che, una scarsa assunzione di fibre, incita alla depressione e il mal umore.

Perché l’organismo ne ha bisogno?

Tutti sanno che le fibre migliorano la digestione e aiutano le feci a essere morbide. Ciò previene la stitichezza per esempio, ma anche i problemi di ragadi anali e di emorroidi. Qui sono le fibre insolubili a intervenire e si trovano nei cereali integrali e nelle verdure a foglia larga.

Però le fibre fanno di pù. Per esempio aiutano a prevenire la comparsa di alcune malattie come il diabete di tipo 2, il colesterolo alto, le varie malattie cardiovascolari e l’obesità. In questo caso sono le fibre di tipo solubili a svolgere il lavoro più importante perché si sciolgono in acqua e vanno a formare un gel che rallenta il processo digestivo. Queste fibre si trovano nelle verdure e nella frutta, nei legumi e nei semi.

Una predominanza di fibre nell’alimentazione è importante anche per mantenere la linea. E’ un nutriente che aiuta a ridurre l’assimilazione degli zuccheri da una parte e offre un maggior senso di sazietà dall’altro. In questo modo è possibile ridurre la quantità dei cibo mangiato e viene diminuita anche la capacità da parte del corpo di assorbire i grassi. Con la fibra il corpo produce più acidi grassi a catena corta, dalle importanti proprietà antinfiammatorie. Allo stesso tempo vengono eliminate e smaltite le tossine così da aumentare il processo di depurazione.

Secondo gli esperti la fibra non aiuta solo il corpo ma anche la mente. Questo perché contiene una sostanza nota come olisaccaridi. Alimentano i batteri buoni che si trovano nel colon, i quali sono coinvolti nella produzione di alcuni neurotrasmettitori che migliorano l’umore. Uno di questi è proprio la serotonina. Ecco che consumare la giusta quantità di fibre previene la comparsa di problemi quali depressione e ansia.

Tags

Claudia Lemmi

Classe '89, una passato di arte che inizia con un pennello e prosegue con una biro in mano. Oggi sono web writer specializzata nella creazione di contenuti sul benessere, la salute e l'alimentazione.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close