News

Oltre 50 tipi di tumore possono essere riconosciuti con l’analisi del sangue

Secondo l’AIRC circa 1 uomo su 2 e 1 donna su 3 nel corso della propria vita si ammalerà di cancro. E la media italiana è di circa 337.000 diagnosi nuove di tumore ogni anno e il 4% della popolazione itlaiana oggi convive con una diagnosi di tumore, di cui la maggior parte sono donne e persone anziane. Non dimentichiamoci che a oggi il cancro si posiziona subito dopo le malattie cardio-circolatorie come causa di morte. Il 29% dei decessi in Italia è provocato dal cancro e secondo i numeri che vengono rilasciati dagli esperti, ogni giorno muoiono in Italia 485 persone di tumore.

Sono proprio questi numeri a spaventare, e non poco, le persone. Sappiamo bene che il tumore spesso è provocato da un cattivo stile di vita, così come altre volte invece poco importa quanto sia stato sano e corretto il nostro modo di vivere. Ecco che nel campo medico e quello scientifico vi è la continua e instancabile ricerca verso cure e metodi di prevenzione e di diagnosi precoce sempre migliori.

Diagnosi precoce multi-cancro: come è stata sviluppata la ricerca

Recentemente proprio in merito alla diagnosi precoce è stato pubblicato un risultato su Annals of Oncology. In pratica è possibile con un prelievo del sangue riconoscere oltre 50 differenti tipi di tumore prima che questo si manifesti con dei sintomi. Ciò significa poter diagnosticare con tempi molto più rapidi la malattia e aumentare sensibilmente la possibilità di sopravvivenza.

E’ stato lo studio americano Circulating Cell-free Genome Atlas (CCGA) a parlare di questo nuovo approccio, noto oggi come diagnosi precoce multi-cancro o MCED. Durante lo sviluppo di questa ricerca sono stati presi in esame 15.000 partecipanti tra Stati Uniti e Canada in 142 siti differenti. Sono stati presi sia delle persone consapevoli di avere il cancro, sia persone che invece non avevano ancora ricevuto nessuna diagnosi.

Come funziona l’MCED

L’MCED è il nuovo modo per diagnosticare velocemente e precocemente oltre 50 forme diverse di cancro. Le 15.000 persone che si sono offerte per questo studio si sono perciò sottoposte all’esame del sangue. E’ stato poi analizzato il DNA del campione grazie ad alcune tecniche di Intelligenza Artificiale. Lo scopo è quello di poter rilevare i segnali del tumore prima ancora che si manifestino dei sintomi.

Il test permette di riconoscere diverse tipologie di cancro le quali hanno caratteristiche biologiche diverse. In questo modo è possibile prevedere l’origine e viene rilevata la traccia di DNA senza cellule che i tumori vanno a riversare all’interno del sangue stesso. Si possono quindi vedere quali sono i cambiamenti chimici nel DNA che possono poi rilevare la presenza dell’eventuale malattia oncologica.

I risultati sono stati più che soddisfacenti perché il risultato di questo strumento ha un grado di precisione piuttosto elevato. Inoltre i risultati arrivano rapidi, in 10 giorni lavorativi. Se questo metodo viene utilizzato su larga scala si ha a disposizione un metodo diagnostico davvero importante che porterebbe a risultati di terapia migliori e una percentuale ridotta di mortalità.

Quando sarà disponibile?

In verità il test per la diagnosi precoce multi-cancro è già disponibile. La GRAIL, INC, società che ha sviluppato e finanziato la ricerca, lo ha reso disponibile su prescrizione medica e serve a integrare altri test di screening. E’ utile per esempio per il cancro dell’intestino, del polmone, della prostata, dell’utero e del seno. Questo test riesce infatti a rilevare forme di tumore per il quale non esistono ancora strumenti di screening, come quello al fegato, l’esofago e il pancreas, che tra l’altro sono anche tra i più mortali. Inutile dire che proprio in questo caso tale test potrebbe fare la differenza.

Tags

Claudia Lemmi

Classe '89, una passato di arte che inizia con un pennello e prosegue con una biro in mano. Oggi sono web writer specializzata nella creazione di contenuti sul benessere, la salute e l'alimentazione.

Articoli correlati

Close